Fuori di testo di Valentina Notarberardino

“Nella separazione tra il dentro e il fuori del libro, dopo la copertina e dopo il titolo, la soglia fondamentale della lettura è proprio quello spazio che nei volumi ha le sembianze di avvertenze, note, preamboli iniziali e, in una versione più lunga e articolata, introduzioni e prefazioni. Ecco la vera chiave di accesso ai libri, il luogo e il momento dove inizia la condivisione dello spazio di lettura; il luogo in cui editori e autori sembrano invitare l’ospite/lettore a temporeggiare, a cominciare a mettersi comodo, a prepararlo all’idea di cosa troverà in quella casa”

Fuori di testo è, usando le stesse parole dell’autrice, “un saggio lieve e profondo” che ha lo scopo di raccontare “i libri e come sono fatti. Racconta tutto, tranne il contenuto”. Al centro dell’attenzione ci sono gli elementi di un libro che circondano il testo, quelle Soglie che Gérard Genette, a cui l’autrice riconosce il ruolo di esponente nella trattazione dell’argomento, ha definito paratesto. Il paratesto comprende titolo, copertina, fascette, biografia e foto dell’autore, ringraziamenti, dediche, indice, postfazione e molto altro. In poche parole, tutte quelle parti del libro che accolgono e accompagnano il lettore quando si approccia alla lettura e che sicuramente hanno un importante effetto sulla scelta di acquisto.

Con uno stile ironico e ricco di giochi di parole, che in più di un’occasione riesce a far sorridere il lettore, Valentina Notarberardino descrive in maniera chiara, approfondita e ben documentata le caratteristiche e la storia degli elementi del paratesto. Non dimentica, inoltre, di fornire interessanti consigli di lettura, rivolti a chiunque volesse approfondire ulteriormente l’argomento.

La trattazione è da una parte storica e descrittiva, dall’altra fornisce una lunga serie di aneddoti. Vengono citate le esperienze di autori del passato, come Italo Calvino, Alberto Moravia, J.D. Salinger e Nabokov, e un ruolo di rilievo hanno le testimonianze di un ampio numero di professionisti del mondo editoriale e di autori della narrativa italiana più recente, tra cui Roberto Saviano, Massimo Gramellini, Melania G. Mazzucco e Nicola Lagioia. In questo modo si viene a conoscenza, per esempio, del fatto che Kafka rivolse al suo editore la richiesta di non far comparire assolutamente uno scarafaggio sulla copertina di La metamorfosi.

Fuori di testo è un libro divertente e ricco di curiosità, che aiuta a comprendere i meccanismi che portano editori e autori a compiere determinate scelte e il lavoro indispensabile alla pubblicazione di un libro.

Valentina Notarberardino, come si apprende dal paratesto stesso del suo libro, è responsabile della comunicazione e dell’ufficio stampa per la casa editrice Contrasto, ha ideato la rubrica I dintorni del testo per “Leggere: tutti” e “considera Fuori di testo il suo primo libro”.

Questa recensione è stata realizzata nell’ambito del corso di Web, e-commerce e metadati per l’editoria di Paola Di Giampaolo. Vedi l’elenco completo degli insegnamenti del Master Professione Editoria.

Valentina Notarberardino – Fuori di testo
336 pagg., 18,50 euro – Ponte alle Grazie 2020 (Saggi)
ISBN 9788833313740

Commenti chiusi