Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

BookCity Milano e i nuovi modelli di festival. Videointervista a Oliviero Ponte Di Pino (Associazione BookCity Milano)

BookTelling

BookTelling

Negli anni BookCity ha mostrato una realtà in fortissima crescita, arrivando ad avere nel 2019 oltre 1.500 eventi e più di 3.000 ospiti. Dal’11 al 15 novembre si tiene l’edizione 2020. Ma come è nata quest’idea di festival? Come si riesce a gestire un programma così vasto, sia per numero di eventi che per estensione geografica? Come ha influito la pandemia sul rapporto tra persone e cultura? Cosa è cambiato e quale sarà il futuro di queste manifestazioni?

Lo abbiamo chiesto a Oliviero Ponte di Pino. Professionista del settore editoriale da più di trent’anni, ha lavorato, tra gli altri, per Ubulibri, Rizzoli e Garzanti, di cui è stato direttore editoriale per lungo tempo. Dal 2012 responsabile del programma BookCity Milano, Oliviero è anche docente dei Master BookTelling Comunicare e vendere contenuti editoriali e Master Professione Editoria cartacea e digitale dell’Università Cattolica di MilanoVedi l’elenco completo dei docenti del Master Professione Editoria e del Master BookTelling Comunicare e vendere contenuti editoriali.

Guarda l’intervista a cura di Paola Chini, allieva del Master BookTelling Comunicare e vendere contenuti editoriali, realizzata per IDEa Incontri Digitali per l’Editoria italiana, la playlist curata dai Master in Editoria Unicatt sul Canale dei Libri.

ARTICOLI CORRELATI

CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

Casa editrice? Giuseppe Civati, la sua, preferisce definirla “causa” editrice: “Perché informare in modo asettico...
“Diamoci del tu”. Comincia così l’intervista a Gaia Stock. Figlia d’arte, da più di un...
“Il rock and roll salva la vita. Senza la musica, pure il lavoro che faccio...
“Si pensa che fare libri per bambini voglia dire per forza semplificare, abbassare il tono...