Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

L’Italia dei libri. L’editoria in dieci storie di Tommaso Munari

Tommaso Munari
L'Italia dei libri. L'editoria in dieci storie

Editore:

Einaudi

Anno:

2024

Genere:

altro

Pagine:

276

Prezzo:

€ 18,50

ISBN:

9788806251413

“Propositi per l’anno nuovo? Fondare una casa editrice. Quando alla fine del 1961 Luciano Foà acquistò l’agendina (8 x 11,5 cm) che avrebbe tenuto sempre con sé nei dodici mesi successivi, sicuramente se lo ripromise. Oggi è sufficiente scorrerla per accorgersi che ogni suo appunto, incontro o calcolo relativo al 1962 converge verso quest’obiettivo.”

L’Italia dei libri, saggio di Tommaso Munari pubblicato da Einaudi, è il racconto della storia dell’editoria attraverso le voci degli editori. Un percorso inedito scaturito dallo studio di lettere, verbali, pareri, risvolti e copertine, documenti che pongono in primo piano il punto di vista dei protagonisti dell’editoria.

Per Munari non si tratta di una prima volta: nei Verbali del mercoledì (2013) le trasformazioni dell’Einaudi sono descritte a partire dalle riunioni settimanali della casa editrice, mentre oltre cento pareri editoriali costituiscono l’ossatura di Centolettori (2015).
Nell’Italia dei libri Munari torna ancora una volta a valorizzare le fonti: ricostruisce l’evoluzione delle antologie di Zanichelli tramite le annotazioni di Calvino, il percorso di Adelphi sulla base delle pagine dell’agenda di Foà e dei pareri di lettura di Bazlen, mentre utilizza le copertine per descrivere l’evoluzione del progetto grafico di Einaudi.
In questo suo sforzo di ricerca e racconto, Munari trova un perfetto punto di equilibrio tra analisi e sintesi. Nei capitoli che compongono il saggio traccia il quadro generale dell’evoluzione dell’editoria dall’800 a oggi, evidenziando il mutare di ruoli e mestieri e la stretta relazione tra storia dell’editoria e storia nazionale. Al tempo stesso, in ogni capitolo si dedica al profilo di un editore, raccontando così dieci storie diverse: ognuna offre l’occasione per riflettere sugli aspetti più significativi del lavoro editoriale, dai gialli Mondadori che suscitano riflessioni sull’attività della traduzione e sulla censura, al lavoro di Sciascia presso Sellerio che rimanda alla funzione dell’intellettuale-editore.

L’Italia dei libri consente di guardare l’editoria da una prospettiva diversa, dà spazio ad aspetti inediti e a episodi particolari e, attraverso la storia dei libri, ricostruisce al contempo la storia d’Italia.

ARTICOLI CORRELATI

GIUNTA_Come-non-scrivere_cover
Claudio Giunta
Come non scrivere. Consigli ed esempi da seguire, trappole e scemenze da evitare quando si scrive in italiano
9788811687399_0_536_0_75
Matteo Motolese
Scritti a mano. Otto storie di capolavori italiani da Boccaccio a Eco
lettore-vieni-a-casa
Maryanne Wolf
Lettore, vieni a casa. Il cervello che legge in un mondo digitale
CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

“Il rock and roll salva la vita. Senza la musica, pure il lavoro che faccio...
“Si pensa che fare libri per bambini voglia dire per forza semplificare, abbassare il tono...
L’editoria kids è un settore ricco e dinamico, sempre alla ricerca di nuovi protagonisti a cui...
Questo è quanto emerge dall’analisi effettuata per la Nuova Mappa dei Bookinfluencer realizzata dagli allievi del...