Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Lettore, vieni a casa. Il cervello che legge in un mondo digitale di Maryanne Wolf

Maryanne Wolf
Lettore, vieni a casa. Il cervello che legge in un mondo digitale
(5)
5/5

Editore:

Vita e pensiero

Traduzioni:

Patrizia Villani

Illustrazioni:

Catherine Stoodley

Anno:

2018

Genere:

altro

Pagine:

224

Prezzo:

€ 20

ISBN:

9788834330647

“Durante quel periodo fuggevole tra i due e i cinque anni di età, i bambini del mio mondo di lettura ideale sarebbero circondati da racconti, libriccini, grandi libri, paroline, parole di ogni tipo, lettere, numeri, colori, pastelli, musica.”

Il mondo cambia, e con esso il modo con cui ci si approccia alla lettura. Il progresso tecnologico, l’omologazione dei testi e l’appiattimento del linguaggio riducono l’immaginazione, l’empatia e creano distanza tra le persone. Per questo, con la precisione di una ricercatrice e il cuore di un’insegnante, Maryanne Wolf trasmette al suo lettore un modo positivo per approcciarsi a un futuro sempre più digitale.
Scrivendo in tono caldo e amicale, l’autrice invita a riflettere sui mutamenti che oggi avvengono agli stili di lettura delle vecchie e nuove generazioni, e in particolare sull’importanza, ormai forse data per scontata, di un’alfabetizzazione che dovrebbe avvenire in maniera graduale e corretta.
Una volta illustrati i diversi meccanismi che si attivano in un cervello che legge in cartaceo piuttosto che in digitale, la Wolf si concentra sui piccoli lettori. Perché è importante leggere a bambine e bambini fin dai primi mesi di vita? A che età sarebbe ideale farli incontrare con il digitale? Un approccio alla tecnologia ragionato, che non vieta ma lascia ai piccoli il tempo della noia costruttiva, evitandogli le continue distrazioni utili solo a generare ansia.
L’obiettivo esplicito è quello di dare indicazioni per crescere ragazze e ragazzi con cervelli bi-alfabetizzati, cioè capaci di prendersi il giusto tempo per comprendere in profondità i contenuti di un testo a prescindere dal suo supporto, persone che in futuro sapranno realizzare anche ciò che magari ora appare impossibile.
Lettore, vieni a casa è dunque un saggio che ogni pedagogista, educatore e insegnante dovrebbero leggere e consigliare ai genitori dei lettori che verranno.

ARTICOLI CORRELATI

GIUNTA_Come-non-scrivere_cover
Claudio Giunta
Come non scrivere. Consigli ed esempi da seguire, trappole e scemenze da evitare quando si scrive in italiano
9788811687399_0_536_0_75
Matteo Motolese
Scritti a mano. Otto storie di capolavori italiani da Boccaccio a Eco
immagine
Tommaso Munari
L'Italia dei libri. L'editoria in dieci storie
CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

“Il rock and roll salva la vita. Senza la musica, pure il lavoro che faccio...
“Si pensa che fare libri per bambini voglia dire per forza semplificare, abbassare il tono...
L’editoria kids è un settore ricco e dinamico, sempre alla ricerca di nuovi protagonisti a cui...
Questo è quanto emerge dall’analisi effettuata per la Nuova Mappa dei Bookinfluencer realizzata dagli allievi del...