Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

La casa delle luci di Donato Carrisi

Donato Carrisi
La casa delle luci
(4.5)
4.5/5

Editore:

Longanesi

Anno:

2022

Genere:

Thriller

Pagine:

432

Prezzo:

€ 23

ISBN:

9788830453524

“Nella grande casa spenta in cima alla collina, vive sempre sola una bambina…”

Eva ha dieci anni, e con lei ci sono soltanto una governante e una ragazza finlandese au pair, Maja Salo. Dei genitori nessuna traccia. È proprio Maja a cercare disperatamente l’aiuto di Pietro Geber il miglior ipnotista di Firenze, l’addormentatore di bambini. Da qualche tempo Eva non è più davvero sola. Con lei c’è un amichetto immaginario, senza nome e senza volto. E, a causa di questa presenza, forse Eva è in pericolo. Ma la reputazione di Pietro Geber è in rovina, e per certi versi, lo è lui stesso.

Donato Carrisi è un autore, sceneggiatore e giornalista italiano. Il suo nuovo romanzo, arrivato  da novembre nelle librerie italiane, ha già avuto successo nelle diverse piattaforme di e-commerce, fra cui Amazon e Ibs.

La casa delle luci è il terzo libro, preceduto da La casa delle Voci e La casa senza ricordi, in cui si vede protagonista Pietro Geber, psicologo infantile e ipnotista, ora alle prese con il caso di Eva. La storia della bambina si intreccia con quella d’infanzia del protagonista, che si trova ad affrontare fantasmi del passato, lasciando il lettore fra la sottile linea del reale e l’irreale. Si risolve un torbido segreto della giovane età di Geber, sepolto nella sua mente dal padre, anch’esso ipnotista, il signor B. Pietro mentre cerca di salvare la bambina, incapace di uscire dalla propria casa e prigioniera della propria mente, riesce a liberarsi dalle colpe del passato.

La storia viene raccontata da un narratore esterno, tranne per alcuni capitoli in cui la narrazione è condotta dall’amico immaginario. Lo stile di scrittura porta il lettore a perdersi nei ragionamenti di Geber, a sentire la sua confusione e al non sapere cosa sia vero e cosa sia uno scherzo della mente. Lo spinge a voler conoscere il finale, per avere una rispota, che arriva inaspettata.

Il libro, frutto di un evidente lavoro di approfondimento sull’ipnosi e sulle tecniche usate nelle sedute terapeutiche, sembra offrire un importante insegnamento: le risposte che tanto cerchiamo sono più vicine di quanto pensiamo, a volte sono dolorose ma sono anche liberatorie.

Per concludere, La casa delle luci è un libro adatto a chi desidera una lettura tutta d’un fiato, con giochi psicologici ed enigmi che sfidano il lettore.

 

ARTICOLI CORRELATI

L'altra metà dell'editoria_copertina
Roberta Cesana, Irene Piazzoni
L'altra metà dell'editoria. Le professioniste del libro e della lettura nel Novecento
Storia dei librai
Jean-Yves Mollier
Storia dei librai e della libreria dall'antichità ai nostri giorni
professione-editore-579602
Marco Fioretti, Lino Apone
Professione editore
CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

Qualche mese fa un articolo sul possibile uso dell’intelligenza artificiale (I.A.) in Editoria sarebbe potuto...
La voce di un audiolibro? Può determinare il successo o il fallimento di un titolo....
Per raggiungerla bisogna abbandonare il centro città, e imbarcarsi in un viaggio che può durare...
Alle undici del mattino Cristina Taglietti esce dalla riunione di redazione al Corriere della Sera....