Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Balla coi libri. 50 anni di controcultura fra passato e presente di Daniela Piretti

Daniela Piretti
Balla coi libri. 50 anni di controcultura fra passato e presente

Editore:

Iacobellieditore

Anno:

2023

Genere:

Biografia

Pagine:

207

Prezzo:

€ 18

ISBN:

9788862527675

“Cinquant’anni di produzione e l’ultima avventura editoriale: Le Strade Bianche di Stampa Alternativa. Tre collane di libri a prezzi popolari e senza codice a barre, scaricabili gratis da Internet. Risposta coraggiosa, roccaforte di lotta a un mercato che da anni mortifica autori e lettori. ‘Sono un editore all’incontrario’, mi dice. Ma forse Marcello Baraghini è molto di più, un visionario, un partigiano che spara libri di valore sulle strade bianche dell’editoria.”

 

Balla coi libri è il racconto di una vita fatta di passione, cultura, bellezza. È la storia di Marcello Baraghini, fondatore di Stampa Alternativa e inventore dei “Millelire”, che si racconta senza filtri all’autrice e amica Daniela Piretti.

Il libro nasce quasi per caso, dopo l’incontro in una libreria romana, dove Baraghini presenta la collana “Le Strade Bianche”. È rimasto lo stesso: vivace, appassionato, coinvolgente, con l’energia di cinquant’anni prima. Tra i due nasce subito, come se non si fossero mai persi di vista, un rapporto intimo, fatto di condivisione e confidenza, una confessione che sgorga libera e diventa racconto.

Non c’è un andamento cronologico lineare e l’autrice lo chiarisce fin dalla frase in esergo: il tempo è un meraviglioso groviglio, è circolare e ritorna. Così, in un alternarsi di passato e presente, si dipana il racconto delle mille vite di questo editore all’incontrario: gli anni dell’infanzia e quelli dell’adolescenza, la militanza nel Partito Radicale al fianco di Marco Pannella, le marce pacifiste dei capelloni, le prime esperienze editoriali e poi la fondazione di Stampa Alternativa. La nascita di un ideale, la convinzione profonda che il libro debba essere “cibo per la mente”.

Fra un incontro e l’altro, un aneddoto del passato e una riflessione su un presente incerto, si srotola il percorso di oltre cinquant’anni di editoria: i “Millelire” che hanno cambiato le sorti del tascabile, la pubblicazione di opuscoli irriverenti (uno fra tanti Contro la famiglia, che gli è valsa la denuncia per istigazione all’aborto nel 1975), i container e i Bianciardini, il progetto di “Strade Bianche” e poi il Festival della Letteratura Resistente.

Perché è di resistenza che si tratta. “Macerie stiamo raccogliendo, macerie di una società malata che mortifica la ragione e il sentimento e sacrifica le persone per il profitto…”, sono le sue parole. Il giudizio è forte, ma non c’è traccia di disillusione: da queste macerie Baraghini è pronto a risorgere per fare ancora una volta la differenza e dimostrarci che fare cultura è innanzitutto un atto politico, oggi più che mai.

Con la sua narrazione spontanea e sentimentale, Daniela Piretti omaggia la controcultura e un certo modo di vivere: resistente, vero, fuori dalle logiche di mercato. Arrivati all’ultima pagina, resta l’entusiasmo e la curiosità, l’attesa di una nuova, immancabile avventura del nostro editore.

 

Questa recensione è stata realizzata nell’ambito del corso di Web, e-commerce e metadati per l’editoria di Paola Di Giampaolo. Vedi l’elenco completo degli insegnamenti del Master Professione Editoria.

ARTICOLI CORRELATI

L'altra metà dell'editoria_copertina
Roberta Cesana, Irene Piazzoni
L'altra metà dell'editoria. Le professioniste del libro e della lettura nel Novecento
Storia dei librai
Jean-Yves Mollier
Storia dei librai e della libreria dall'antichità ai nostri giorni
professione-editore-579602
Marco Fioretti, Lino Apone
Professione editore
CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

L’editoria kids è un settore ricco e dinamico, sempre alla ricerca di nuovi protagonisti a cui...
Questo è quanto emerge dall’analisi effettuata per la Nuova Mappa dei Bookinfluencer realizzata dagli allievi del...
Grazie alla sua modalità comunicativa, che punta su video di brevissima durata, TikTok consente un...
Se oggi la diffusione dei social media è così capillare da aver raggiunto il 74%...