Le storie del mistero di Lyon

Recensione Le storie del mistero di Lyon“Noi ci proviamo sempre, fino alla fine!”

Una oscura organizzazione sta architettando qualcosa all’interno dei suoi laboratori segreti e Lyon, Anna e Cico avranno il compito di scoprire cosa. Sulla scia delle visualizzazioni conquistate a suon di avventure digitali, Lyon, al secolo Ettore Canu, professione youtuber, è riuscito a dare nuova vita ai prodotti della sua fucina d’intrattenimento digitale.

Le storie del mistero, fumetto edito da Magazzini Salani e in collaborazione con l’agenzia leader nel settore degli eventi web Tom’s Network, con le sue dieci storie divise in altrettanti capitoli ci porta in una realtà squadrata e spigolosa abitata da mostri, esseri umanoidi, animaleschi e oggetti letali, ispirata chiaramente al mondo dell’SCP (“Secure, Contain, Protect Foundation”, un sito web di scrittura collettiva del genere fantasy urbano) e di Minecraft, il celebre videogioco che ormai da anni spopola sulla rete.

I tre protagonisti, armati in ogni capitolo di cartelle informative estremamente dettagliate sulla natura del mostro da contenere (base tipica per ogni racconto SCP), si avventureranno in questo mondo fatto di stanze e si copriranno le spalle a vicenda a qualsiasi costo. Purtroppo, come accade proprio nella fortunata serie YouTube dello stesso Lyon, a volte la missione non va a buon fine e si ricomincia da capo come se ci si trovasse in un videogioco.

Nonostante la presenza di mostri e creature ripugnanti, di un’atmosfera che vuole essere tipica del genere horror e di scene apparentemente crude, è un libro più che adatto al pubblico per cui è pensato. Lyon sa a chi si sta rivolgendo e cosa piace, avendo già avuto un feedback positivo dai numerosi gameplay che continuano a intrattenere bambini dagli 8 ai 14 anni. Una lettura facile e veloce, dal ritmo incalzante e da una commistione bilanciata e ben pensata di testo e immagine.

Nonostante le premesse horror, non c’è nulla che possa urtare la sensibilità dei lettori. I tre protagonisti sono un esempio di genuina amicizia e tenacia e chi legge non può far altro che imitarli. La scelta di un libro raccontato e illustrato a fumetti, inoltre, permette di evidenziarne il valore visivo, apprezzandone i colori vivaci e l’estrema facilità di lettura.

È straordinario come il libro abbia registrato vendite così elevate con le librerie chiuse durante il primo lockdown, sintomo che l’e-commerce si trova sulla stessa lunghezza d’onda di un libro che nasce proprio dal web.

 

LyonLe storie del mistero
144 pagg., 15,90 euro – Magazzini Salani 2020 (Libri)
ISBN 9788893677424

Classe '93, laureato triennale in Mediazione Linguistica e Interculturale all'università di Catania e magistrale in Lingue e Civiltà dell'Asia e dell'Africa mediterranea (Curriculum CINA) all'università Ca' Foscari di Venezia. Ha vissuto diversi anni all'estero con un Erasmus a Edimburgo e due borse di studio cinesi all'Università Tsinghua di Pechino e all'università di Nanchino. Ha lavorato presso l'ufficio stampa del Consolato Italiano a Chongqing (CINA), collabora da diversi anni con il blog "Sapore di Cina" con una serie di articoli culturali, pratici, guide turistiche, ecc. e si occupa di traduzioni dal cinese. Ama viaggiare, conoscere altre culture e parlare di libri sui social. Con il Master BookTelling punta a dare il proprio contributo al mondo dell'editoria.

About Manuel Recchia

Classe '93, laureato triennale in Mediazione Linguistica e Interculturale all'università di Catania e magistrale in Lingue e Civiltà dell'Asia e dell'Africa mediterranea (Curriculum CINA) all'università Ca' Foscari di Venezia. Ha vissuto diversi anni all'estero con un Erasmus a Edimburgo e due borse di studio cinesi all'Università Tsinghua di Pechino e all'università di Nanchino. Ha lavorato presso l'ufficio stampa del Consolato Italiano a Chongqing (CINA), collabora da diversi anni con il blog "Sapore di Cina" con una serie di articoli culturali, pratici, guide turistiche, ecc. e si occupa di traduzioni dal cinese. Ama viaggiare, conoscere altre culture e parlare di libri sui social. Con il Master BookTelling punta a dare il proprio contributo al mondo dell'editoria.

Commenti chiusi