Il lavoro dell’agente letterario. Intervista a Claire Sabatiè-Garat

Nel 2001 Claire Sabatiè-Garat ha fondato insieme a Marco Vigevani The Italian Literary Agency e nel 2015 l’agenzia si è fusa con due illustri colleghe, l’Agenzia Letteraria Internazionale (ALI) e la Luigi Bernabò & Associates, diventando così  la più grande agenzia editoriale italiana.

Ma quali sono le principali sfide che un agente letterario affronta nel proprio lavoro?  “L’importante” spiega Claire Sabatiè-Garat “è non dare mai nulla per scontato”. Il rischio infatti che un libro osannato all’estero si riveli un flop in patria è sempre da calcolare, ed è proprio in momenti come  questi che l’agente diventa una figura centrale.

Bisogna sempre ricordare che “ci vuole un’alchimia, legata all’argomento del libro e a come questo verrà potenzialmente accolto nel mercato straniero, fatta di elementi commerciali ma anche di elementi immateriali. Ecco perché non ci si rivolge mai allo stesso tipo di editore,  bisogna  individuare l’editore giusto per il libro giusto”.

 

Con le sfide poste dalla recente pandemia e dalla digitalizzazione che ne è conseguita anche il lavoro nelle agenzie letterarie è cambiato, adeguandosi a nuove esigenze e strumenti. L’impatto più grosso per gli agenti è stato certamente la sospensione delle fiere. Questo ha però portato un vantaggio: “si possono creare momenti di incontro più frequenti” continua Claire Sabatiè-Garat, “meno schematici rispetto alle due fiere che si organizzavano ogni anno a Francoforte e a Londra”.

 

Guarda la videointervista a cura di Chiara Castellani, allieva del Master BookTelling. Comunicare e vendere contenuti editoriali, realizzata per IDEa Incontri Digitali per l’Editoria italiana, la playlist curata dai Master in Editoria Unicatt sul Canale dei Libri.

 

 

 

Siciliana di nascita ma romana d'adozione, attualmente vivo a Milano. Ho studiato Storia e Conservazione del patrimonio artistico e culturale all'Università Roma Tre, per poi laurearmi in magistrale in Editoria e Scrittura con una tesi sul Podcast a La Sapienza di Roma.
Con il Master Booktelling muovo i primi passi nel mondo dell'editoria. Sogno di diventare un'agente letterario. Nel frattempo viaggio, scrivo racconti, leggo e (ri)leggo romanzi e gialli.

About Chiara Castellani (Master BookTelling)

Siciliana di nascita ma romana d'adozione, attualmente vivo a Milano. Ho studiato Storia e Conservazione del patrimonio artistico e culturale all'Università Roma Tre, per poi laurearmi in magistrale in Editoria e Scrittura con una tesi sul Podcast a La Sapienza di Roma. Con il Master Booktelling muovo i primi passi nel mondo dell'editoria. Sogno di diventare un'agente letterario. Nel frattempo viaggio, scrivo racconti, leggo e (ri)leggo romanzi e gialli.

Commenti chiusi