La ragazza del sole di Lucinda Riley

la ragazza del sole“ʹÈ una frase di un famoso filosofo danese di nome Søren Kierkegaard: la vita può essere capita solo all’indietro, ma va vissuta in avanti. Io la trovo bellissima.ʹ Mi soffermai a riflettere su quelle parole. Pa’ non avrebbe potuto trovare nulla di più adatto a me, pensai, sentendo gli occhi riempirsi di lacrime”

Ed è proprio al passato che è indotta a guardare Electra, una delle sette sorelle D’Aplièse protagoniste di una saga familiare che dal 2015 impegna la prolifica scrittrice irlandese Lucinda Riley. E ora che al sesto volume della serie è il turno della sorella minore, Electra a un anno dalla scomparsa del padre adottivo non sembra affatto incuriosita dagli indizi consegnati da Pa’ Salt per mettersi sulle tracce dei suoi genitori biologici.

Perché mai una supermodella newyorkese di colore, ricca e desiderata, dovrebbe scomodarsi a rivangare un passato tanto estraneo? Totalmente assorbita dai servizi fotografici, le passerelle e le serate tra alcol e droghe, Electra è preda di un turbinio caotico di fasulle certezze e ipocrisie, senza le quali la maschera glamour che pavoneggia su tutte le riviste di moda crollerebbe sotto il peso delle apparenze. Malgrado i suoi sforzi, scatterà un corto circuito e una Stella Jackson che dice di essere sua nonna entrerà a gamba tesa nella sua vita, affiancandola in un percorso di guarigione che la traghetterà dalle fortune della “grande mela” alla fine del mondo nel Kenya anni ‘40.

Le pagine affollate di personaggi che vanno e vengono dal passato al presente ricamano una storia di crescita personale dove a maturare sono i sentimenti, dall’amore per stessi al rispetto per i propri cari fino alla riscoperta di sé. E in un sapiente alternarsi di voci femminili, che si diramano su due binari narrativi paralleli, tema chiave del romanzo è la maternità che non ha nulla a che vedere con la parentela di sangue ma è piuttosto un atto di coraggio.

Il lettore si troverà tra le schiere combattenti della comunità afroamericana attive in America al tempo di Martin L. King per la conquista dei diritti civili, di cui la generazione di Electra gode. E la verità sulle origini della protagonista sarà l’occasione per l’autrice di riportare alla memoria, senza scadere in una lezione di storia, il tema dell’apartheid.

Ad alleggerire i temi e i sentimentalismi entra in gioco un lessico di grande freschezza e immediatezza, arricchito da dialoghi avvincenti e lucide descrizioni. L’avvicendarsi dei fatti abbraccia tre generazioni di madri in una fiction biografica che ha tutte le peculiarità di un romanzo rosa con edificanti incursioni dal fronte sociale e storico.

Perché è la Storia che insegna ai posteri, ma sono le persone a scrivere la Storia e in questa cornice romanzata la Riley rivela che esiste una seconda possibilità per tutti. Dalla tossicodipendenza, dalla discriminazione razziale e dalle ipocrisie. Un riscatto personale che può giovare a una comunità intera.

 

Lucinda Riley – La ragazza del sole

912 pagg., 19,80 euro – Giunti 2020 (Collana A)

ISBN 9788809843509

Classe '93. Affezionata a Bologna ma determinata a trovare nuove strade. Una laurea in Filologia Classica in tasca, uno stage in casa editrice nell'altra. Leggere è una felice abitudine, scrivere il mio pane quotidiano. Oltre a curare recensioni per un blog e interviste culturali per un giornale locale, frequento il Master Booktelling presso l'Università Cattolica perché un'ambizione diventi realtà: lavorare in editoria.

About Marica Di Pietro (Master BookTelling)

Classe '93. Affezionata a Bologna ma determinata a trovare nuove strade. Una laurea in Filologia Classica in tasca, uno stage in casa editrice nell'altra. Leggere è una felice abitudine, scrivere il mio pane quotidiano. Oltre a curare recensioni per un blog e interviste culturali per un giornale locale, frequento il Master Booktelling presso l'Università Cattolica perché un'ambizione diventi realtà: lavorare in editoria.

Commenti chiusi