Un progetto a cura degli allievi dei master in editoria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

Youtube per dar voce ai libri: la fine degli anni d’oro e uno stallo che può essere superato reinventandosi

BookTelling

BookTelling

Questo è quanto emerge dall’analisi effettuata per la Nuova Mappa dei Bookinfluencer realizzata dagli allievi del Master Booktelling Comunicare e vendere contenuti editoriali, a cinque anni dalla prima Mappa.

Ecco una sintesi dei risultati.

YouTube, rispetto agli anni precedenti la pandemia, non appare più il mezzo per eccellenza utilizzato dai creator per la circolazione di video-recensioni o contenuti legati a libri. Di conseguenza, non è neanche il principale strumento con cui le lettrici e i lettori si informano o scambiano idee e consigli sui libri. Infatti, con l’avvento di altre applicazioni social, molte e molti booktuber hanno iniziato a proporre i loro contenuti su queste nuove piattaforme, con una diminuzione della frequenza di pubblicazione dei loro video su Youtube e, talvolta, l’abbandono delle loro pagine.

 

I booktuber più seguiti

Proprio per questo sono poche le creator e i creator che possono vantare un numero elevato di seguaci; allo stesso tempo, non hanno più le stesse interazioni degli anni d’oro. Tra i booktuber più seguiti troviamo ancora Matteo Fumagalli, che nel frattempo è entrato a far parte della squadra di comunicazione di Ippocampo editore: sul suo profilo, da 138.000 followers, tra i contenuti caricati quasi giornalmente è possibile trovare la nota rubrica #LibroTrash. Al secondo posto si trova una delle bookinfluencer più apprezzate, Ilenia Zodiaco (94.500 followers) che, oltre a promuovere gruppi di lettura con la libreria Hoepli dedicati ai migliori “mattoni” letterari, conduce la sua storica rubrica #LibrodiMelma. A seguire, Giulia De Martini conosciuta come Julie Demar (93.200 followers), tornata sulla piattaforma dopo un anno di pausa, con contenuti non solo legati ai libri, ma anche a temi lifestyle .

 

Il pubblico

Il pubblico di riferimento è principalmente composto da giovani e adulti, con una minoranza di adolescenti, e in tutte le categorie si nota una maggioranza del pubblico femminile. In generale, i booktuber italiani si rivolgono a una fetta di lettrici e lettori rimasta affezionata alla piattaforma più che a dei possibili nuovi utenti. Questo tipo di pubblico preferisce contenuti più esaustivi e lunghi rispetto a quelli che è possibile trovare su altre piattaforme di content sharing come TikTok, note per la velocità di fruizione, consentendo ai creator di non doversi porre problemi riguardo la durata dei propri contenuti.

 

I generi più amati

Analizzando i contenuti, è evidente che i generi narrativi più letti, proposti e discussi siano i romanzi, sia contemporanei sia i grandi classici. Seguono il genere fantasy e fantascientifico, oltre a quello giallo. Una grande differenza rispetto alle altre piattaforme sono i contenuti riguardanti il genere romance. Infatti, su YouTube ricopre una piccolissima parte dei contenuti condivisi.

 

Format

Analizzando i video, non si può non notare una certa omologazione nella proposta dei contenuti. Infatti, oltre alle recensioni sui libri, vi sono diversi format molto ricorrenti, come ad esempio unboxing o book haul, dove viene mostrato lo spacchettamento in diretta di nuovi acquisti. Altri format molto frequenti sono i video TBR (to be read) tipicamente a inizio mese, e quelli wrap up alla fine del mese. Un altro format spesso presente sui canali delle e dei booktuber è il bookshelf tour, un tour nella propria libreria del cuore in cui ci si focalizza sulla disposizione data ai vari titoli. Queste non sono però le uniche tipologie di video apprezzate. Infatti, è possibile notare un forte apprezzamento per i video di critica, spesso con toni ironici, verso determinati libri e generi letterari, come ad esempio le rubriche #LibroDiMelma di Ilenia Zodiaco e #LibroTrash di Matteo Fumagalli.

 

Le case editrici più citate

Per ogni genere è possibile individuare le case editrici che vengono nominate con più frequenza: per i romanzi letterari si tratta di Adelphi, Bompiani, Einaudi, Feltrinelli, Rizzoli e Mondadori. Per quanto riguarda il genere fantasy si trovano Fanucci Editore, Fazi editore, Mondadori e la collana Oscar Vault. Infine, per il genere rosa le principali case editrici citate dai bookcreator sono Sperling & Kupfer e Newton Compton

 

Advertising e sponsorizzazioni

Tra i profili analizzati è difficile comprendere l’esatto numero di collaborazioni attive con case editrici. Infatti, solo 3 dei 21 creator presi in esame hanno segnalato una collaborazione con l’abbreviazione adv. I restanti creator o non portano avanti questo tipo di attività, o non è chiaro se il libro ricevuto sia un regalo e, quindi, una collaborazione che non prevede una remunerazione, o se si tratta di una mancata segnalazione.

 

Frequenza di pubblicazione

La maggioranza dei booktuber analizzati ha una frequenza di pubblicazione settimanale, con qualche eccezione. Infatti, alcuni creator riescono a postare giornalmente o più volte a settimana. È inoltre possibile trovare booktuber che, da una frequenza di pubblicazione settimanale, sono ora passati a una mensile; in alcuni casi addirittura occasionale. Come introdotto all’inizio, questo cambiamento può essere spiegato dallo spostamento della pubblicazione dei contenuti su altre piattaforme.

 

Conclusione

Per concludere, Youtube, nato nel 2005, negli anni ha avuto grande fortuna nel settore libri, giungendo però a un progressivo declino causato prima dall’arrivo di Instagram nel 2013 poi dall’ascesa di TikTok negli ultimi anni. Tuttavia, nonostante questo stallo, la lettura rimane comunque al centro di molti contenuti proposti sui canali dei creator. I booktuber storici continuano a pubblicare, seppure con una frequenza minore, anche diversificando i contenuti. Inoltre, stanno prendendo piede canali di nicchia che trattano generi letterari specifici e tematiche culturali rivolte a un pubblico mirato; insieme a questi, è sempre più frequente la pubblicazione di contenuti riguardanti i libri da parte di divulgatori che trattano di altri settori.

Scarica i risultati dell’analisi su Youtube.

 

I 21 booktuber più seguiti (in ordine decrescente di follower)

  1. Matteo Fumagalli: https://www.youtube.com/@matteofumagalli92
  2. Ilenia Zodiaco: https://www.youtube.com/@IleniaZodiaco/videos
  3. Julie Demar: https://www.youtube.com/channel/UCx-HFByLbn_ODIasW-Ifz4w
  4. Ima AndtheBooks: https://www.youtube.com/@ImaAndtheBooks
  5. Gaia Lapasini: https://www.youtube.com/@GaiaLapasini
  6. Mirko Smith: https://www.youtube.com/@MirkoSmith
  7. Miss Fiction Books: https://www.youtube.com/@MissFictionBooks
  8. Chiara Martini: https://www.youtube.com/channel/UCQK-XCuSEQUibz30Uhd-bFw
  9. Giorgia D’Aversa: https://www.youtube.com/@Passioneretorica
  10. Michele Montelone: https://www.youtube.com/@michele.monteleone
  11. Giulia Buzzoni: https://www.youtube.com/@alaughingwillow
  12. La Postmoderna: https://www.youtube.com/@Lapostmoderna
  13. Sara @sarabooklover: https://www.youtube.com/@SaraBooklover
  14. Leonardo di Giorgio: https://www.youtube.com/@Ilsussurrodelmondo-Leonardo
  15. Serafina Consolo: https://www.youtube.com/@storiedisera
  16. Rachele Fagone: https://www.youtube.com/@rachelefagone
  17. Barbara Caetano: https://www.youtube.com/@barbaracaetano2244/videos
  18. Michela Cacciatore: https://www.youtube.com/c/MichelaCacciatore
  19. Raffaella @ancorauncapitolo: https://www.youtube.com/@ancorauncapitolo_
  20. Stralight’s Tube: https://www.youtube.com/channel/UCs96qi8AL66KWkPYKlf1afA
  21. Marika Camposano: https://www.youtube.com/@ancorauncapitolo_

 

Nota. La lista comprende i creator italiani che hanno come tema principale i libri e riporta i dati raccolti tra dicembre 2023 e febbraio 2024 (a parte alcune eccezioni). Malgrado l’impegno profuso, questo esercizio non pretende di essere una mappa completa ed esaustiva: la realtà dei creator culturali italiani e dei social network è variegata e in continua evoluzione. Restiamo dunque a disposizione per valutare eventuali integrazioni si rendano necessarie.

ARTICOLI CORRELATI

CONDIVIDI

NAVIGA TRA GLI ARTICOLI

LEGGI ALTRI

LEGGI ANCHE…

L’editoria kids è un settore ricco e dinamico, sempre alla ricerca di nuovi protagonisti a cui...
Grazie alla sua modalità comunicativa, che punta su video di brevissima durata, TikTok consente un...
Se oggi la diffusione dei social media è così capillare da aver raggiunto il 74%...
Sin dagli albori della storia della lettura, la condivisione e il confronto tra lettori e...