La bottega delle narrazioni. Letteratura, televisione, cinema, pubblicità a cura di Giorgio Grignaffini e Stefano Calabrese

“La bottega delle narrazioni non riposa mai. I suoi macchinari producono racconti che si sedimentano nell’immaginario collettivo e da lì prendono forma di altre idee, altre storie, o – come nel transmedia – di nuovi incroci di storie. Universi misti di tecnologia e narrazione”

 

La vita sociale, la cultura, la politica, la religione, l’economia si strutturano e si esprimono in narrazioni, e questa non è certo una novità. Ma da qualche anno il termine storytelling ha assunto una popolarità sempre più crescente e viene ormai applicato agli ambiti più diversi. Il libro La bottega delle narrazioni. Letteratura, televisione, cinema, pubblicità parte proprio da questa premessa e si propone di presentare da un punto di vista scientifico le tecniche di narrazione specifiche dei singoli media dello storytelling contemporaneo. Il volume è curato da Giorgio Grignaffini – direttore editoriale della TaoDue Film e docente in diverse università nel campo dei media e della semiotica – e Stefano Calabrese – ordinario di Comunicazione narrativa all’Università di Modena e Reggio Emilia e docente di Semiotica allo IULM di Milano.

Il libro inizia con un’introduzione dei curatori che evidenziano gli effetti benefici della fruizione di fiction sulle persone e prosegue fornendo degli elementi preliminari relativi alla teoria del racconto e alle tecniche di scrittura, partendo dalle considerazioni degli studi più classici in questo ambito, come per esempio quelli dei formalisti russi e degli strutturalisti, ma arrivando a includere anche teorie più recenti. Questa parte teorica, sintetica ma completa, risulta sicuramente utile per un pubblico di studenti o comunque di persone che si approcciano per la prima volta allo storytelling e presenta degli strumenti imprescindibili per comprendere il resto del volume.

I capitoli successivi sono scritti da esperti di diversi ambiti mediali, i quali mostrano in maniera rigorosa come strutturare lo storytelling nei settori della letteratura, del graphic novel, del cinema, della pubblicità, delle serie TV e della transmedialità. In ogni contributo viene inizialmente descritto l’approccio generale da avere quando ci si appresta a sviluppare una storia e sono presentate le peculiarità e le strategie specifiche dei vari media, dando spazio anche a esempi concreti e ai mutamenti avvenuti nel tempo all’interno dei media stessi.

A ogni contributor viene inoltre chiesto di elaborare un prequel, un sequel o uno spin-off dei Promessi Sposi e proprio il fatto di partire dallo stesso soggetto largamente conosciuto permette agli autori di concentrarsi sulle potenzialità espressive del singolo mezzo e sugli aspetti tecnici della creazione di storie. Il libro sottolinea in questo modo le infinite possibilità dello storytelling e il valore del narratore che non è semplicemente un inventore di storie ma deve essere in grado di padroneggiare gli strumenti e le tecniche del mestiere.

 

Questa recensione è stata realizzata nell’ambito del corso di Web, e-commerce e metadati per l’editoria di Paola Di Giampaolo. Vedi l’elenco completo degli insegnamenti del Master Professione Editoria.

 

a cura di Giorgio Grignaffini e Stefano Calabrese – La bottega delle narrazioni. Letteratura, televisione, cinema, pubblicità 
168 pagg., 15,00 euro – Carocci editore 2020 (Quality paperbacks)
ISBN 9788843098972

 

Sullo storytelling transmediale vedi anche l’intervista a Eleonora Recalcati, professionista del settore dei transmedia e docente del Master BookTelling.

Sugli aspetti neurologici e cognitivi dello storytelling vedi la recensione di Andrea Ceccarelli:
Neuronarrazioni di Stefano Calabrese

Laureata in lingua e letteratura russa, dopo diverse esperienze lavorative frequento il Master in Professione editoria dell'Università Cattolica.
Mi piace tenermi informata e sono da sempre appassionata di cinema, arte e letteratura.

About Maria Lucia Boi

Laureata in lingua e letteratura russa, dopo diverse esperienze lavorative frequento il Master in Professione editoria dell'Università Cattolica. Mi piace tenermi informata e sono da sempre appassionata di cinema, arte e letteratura.

Commenti chiusi