Stefania Soma

Nome e cognome Stefania Soma
Nickname utilizzato Petunia Ollister
Petunia Ollister, alias Stefania Soma, classe 1976, è una bookblogger italiana nata a Varese. Laureata in Lettere, ha lavorato a lungo come conservatrice di beni culturali, a stretto contatto con fotografie e libri, una passione che ha seguito anche nella sua esperienza come bibliotecaria. Dal 2010, dopo essersi “arresa” ai social network, ha lavorato come volontaria in alcune campagne elettorali, collaborato con alcune case editrici e, infine, ha dato vita al  progetto #bookbreakfast. Attualmente collabora con l’inserto Robinson de La Repubblica. Ha inoltre pubblicato il libro illustrato Colazioni d’autore, edito da Slow Food.
Colazioni d’autore
Nei suoi post fotografici Stefania Soma, meglio conosciuta come Petunia Ollister, pubblica un abbinamento di colori e forme tra libri, cibo e alcuni oggetti, spesso riferiti al momento della colazione. Ma non mancano anche brunch, pranzi, cene, aperitivi e spuntini. I colori sono l’elemento fondamentale delle sue immagini, spesso accesi o tinta pastello, insieme al rigore geometrico con cui posiziona ogni oggetto. Il copy di ogni post riporta una citazione del libro del giorno, cita autori ed editori, collaborazioni esterne o, semplicemente, la persona che le ha consigliato o regalato il libro. Ogni post viene seguito dall’hashtag #bookbreakfast, inventato da lei stessa.
Il ventaglio di libri di cui si occupa Petunia Ollister è ampio, passa per tutti i generi e per volumi destinati a tutte le età: in un post si può trovare La paranza dei bambini, in quello successivo Eleanor Oliphant sta benissimo, e dopo una settimana spunta un fumetto di Zerocalcare. Molto spesso fotografa novità (Fedeltà di Marco Missiroli), ma non è raro vedere post riguardanti titoli in catalogo con nuove ristampe (ad esempio Il Gattopardo): dopotutto il suo tratto distintivo è proprio l'abbinamento dei colori degli oggetti con la copertina del libro. Nei post si trovano spesso graphic novel, che per Stefania Soma possono trasmettere la passione della lettura ai più giovani.
Petunia Ollister non dà più spazio a determinate case editrici rispetto ad altre. Parla di libri pubblicati da piccoli e grandi editori, evitando di ripetersi spesso. Per quanto riguarda la scelta dei libri, infatti, ha spesso dichiarato di scegliere solo testi che ha letto o che le piacerebbe leggere. Le affiliazioni con gli editori sono poche ed esplicitamente dichiarate.
Il target di riferimento di Stefania Soma è molto ampio: il profilo non tratta generi specifici, rendendosi adatto così a qualsiasi tipo di lettore. La sua comunicazione punta principalmente su immagini, citazioni, frasi a effetto, coinvolgendo un pubblico molto più ampio di quello di altri bookblogger. Petunia Ollister è un prodotto adatto a persone tra i 18 e i 60 anni, con un accentramento tra i 25 e i 45. È un profilo che attrae più un pubblico femminile per il modo in cui vengono esposti i prodotti, ma non manca una minoranza maschile. La bookblogger si rivolge a tutti coloro che amano i libri, a chi si appassiona anche al mondo culinario, alle composizioni di colori e all’arte.
Stefania Soma pubblica tra i due e i quattro post a settimana su Facebook, Twitter e su Instagram, dove la si trova attiva anche con due-tre storie in media al giorno. Nonostante la periodicità del profilo sia abbastanza regolare nel numero di pubblicazioni, non rispetta un piano editoriale con giorni e ore precise. La rubrica principale del piano editoriale di Petunia Ollister è legata all’hashtag #bookbreakfast, i retweet e le condivisioni sono presenti solo sui profili Facebook e Twitter.
Visualizza questo post su Instagram

«Talvolta quando gli altri uscivano, scendeva in cucina e si preparava qualcosa d mangiare, ma quando non era sola in casa, mandava Benjamin giù per farsi portare una ciotola di cerali o un panino da mangiare in camera» . A quelli che vogliono concedersi una domenica intera per leggere l’attesissimo ritorno della Mrs. Robinson immortalata da Ann Bancroft ne Il laureato - che prima di essere un film è stato un libro di Charles Webb, edito in Italia da @mattioli1885books , esattamente come questo Bentornata, Mrs. Robinson - un brunch a base di bacon, uova strapazzate, salmone e avocado - per non abbandonare il divano mentre si legge di questo libro americano che più americano non si può. .
#illibroèservito #deliveroo #deliverooitaly #adv

Un post condiviso da petunia ollister (@petuniaollister) in data:

Visualizza questo post su Instagram

«Una leggenda, cos’è una leggenda?» . Mito, diva, leggenda. La voce di Maria Callas, a cui @vanna_vinci dà segno e corpo in questa graphic di @feltrinelli_editore, è quella di un complesso, tenace, infaticabile eppure fragilissimo essere umano. Forse non tutti sanno che l’immagine della Callas che conosciamo si definì grazie al lavoro della stilista Elvira Leonardi Bouyeure in arte Biki, che trasformò l’immagine della cantante: da donna di grandissimo carisma e pessimo gusto a icona di stile. . @3chictreviso produce borse, scarpe e piccola pelletteria di altissima qualità e da pochissimi giorni ha finalmente aperto il suo e-commerce. Le borse hanno tutte nomi di donne: lei si chiama Ines, è una tracolla di nappa nera. L’altra invece è Titti, una pochette da infilare in borsa o da portare a tracolla. Fatevi un giro sul sito - link in bio -, ci troverete un mondo!

Un post condiviso da petunia ollister (@petuniaollister) in data:

Commenti chiusi