I mestieri del libro di Oliviero Ponte di Pino

“Se scrivere è principalmente un’attività solitaria (come d’altra parte anche leggere), pubblicare è invece un’impresa collettiva. Tra l’autore e il lettore, infatti, un esercito di persone è all’opera per far sì che un testo si trasformi in un volume in vendita nelle librerie.”

Quale definizione è possibile dare dell’editoria? Si tratta di un’impresa culturale o economica, tradizionale o moderna? È a questi interrogativi che, in ultima analisi, il libro di Oliviero Ponte di Pino tenta di dare una risposta. Grazie alla sua esperienza quarantennale nel settore del libro, l’autore ci offre una visione panoramica sull’editoria, sospesa tra tensioni opposte e apparenti ambiguità. Se è vero che il testo nasce innanzitutto dalla mente e dalla penna dello scrittore, non possiamo trascurare il ruolo fondamentale svolto da tutte le personalità (dai redattori ai grafici, dall’ufficio stampa al marketing) che gravitano attorno al mondo dell’editoria e che fanno di quel testo un libro, vero e proprio oggetto fisico, culturale e commerciale, estraendolo dalla testa dello scrittore per insinuarlo in quella del lettore.

Convinzione dell’autore è che, per poter almeno aspirare a diventare dei bravi professionisti del libro, sia indispensabile conoscere tutte le fasi che portano alla sua produzione. Ed è proprio da questa necessità che ha origine l’impianto del libro, strutturato in capitoli che, passo dopo passo, ricostruiscono tutti i passaggi, le lavorazioni e le trasformazioni che ogni testo deve attraversare prima di giungere al pubblico: dallo scouting alla redazione, dalla comunicazione alla promozione, fino ad arrivare alla distribuzione in libreria e alla vendita. Ogni processo viene illustrato in maniera pratica, sintetica ma completa, anche attraverso il riferimento preciso a tabelle ed esempi. Particolarmente illuminanti gli aneddoti raccontati dall’autore e tratti dalla sua personale esperienza, come quelli sul “bookfair English”, la lingua peculiare e carica di sottintesi che si parla alle fiere internazionali del libro. Non mancano neppure gli approfondimenti storici, da Gutenberg agli ebook, mirati ad ampliare la prospettiva del lettore su questa impresa dal patrimonio antico, ma in continua evoluzione.

Grazie a questo libro, adatto soprattutto a chi voglia prepararsi a intraprendere una professione tra quelle descritte al suo interno, il lettore potrà acquisire tutto il lessico essenziale ad approcciarsi al mondo del libro con consapevolezza. Ma può essere utile anche a tutti quegli scrittori in erba che, non conoscendo i meccanismi che regolano la produzione del libro, si trovino in difficoltà a rapportarsi con la propria casa editrice.

Oliviero Ponte di Pino – I mestieri del libro

240 pagg., 10 euro – TEA 2008 (tea pratica)

ISBN 978-88-502-1589-8

Commenti chiusi