L’ufficio stampa in editoria di Maria Vittoria Gatti

Nel vasto e variegato mondo della comunicazione, in cui si coniano neologismi in quantità e sovente spuntano – e certamente è un bene – nuove professionalità, l’ufficio stampa pare superato già nel nome, e non solo. […] Eppure oggi come non mai il lavoro di comunicare informazioni a chi informa, che è il principale compito dell’ufficio stampa, è necessario e complesso, ed esige perciò elevata competenza e professionalità.

Ha ancora senso oggi la presenza di un ufficio stampa? In un’epoca in cui la comunicazione ha assunto diverse forme e modalità, soprattutto dopo l’avvento e lo sviluppo delle tecnologie e dei social network, l’ufficio stampa sembra essere diventato qualcosa di inattuale. Il web, infatti, ha permesso a un numero sempre maggiore di persone l’accesso all’informazione, provocando da un lato la sua democratizzazione e dall’altro la disintermediazione, causata dal flusso indistinto di notizie tale che non sempre è possibile distinguere quelle vere dalle false.

Ma anche altri cambiamenti sono intervenuti. Per quanto riguarda il mondo dell’editoria sono aumentati in modo esponenziale il numero di titoli pubblicati, diventando sempre più difficile, per gli editori e gli autori, il rendersi visibili nel mare magnum di pubblicazioni.

È però proprio in questo panorama comunicativo e in questo mercato affollato di prodotti che l’ufficio stampa si trova oggi a svolgere nuovamente un ruolo determinante, adattandosi e sfruttando i cambiamenti. Suo compito è quello di porsi da intermediario nel grande flusso di notizie, per orientare a “riconoscere quel che è vero e quel che non lo è”, e guidare gli editori e gli autori che vogliono affermarsi e potenziare la propria visibilità.

In questo libro Maria Vittoria Gattigiornalista pubblicista e docente di Gestione di un ufficio stampa al Master Professione editoria cartacea e digitale dell’Università Cattolica di Milano – è riuscita a condividere e a mettere a disposizione dei lettori, con uno stile semplice e chiaro, le sue conoscenze sull’argomento. Dopo un’introduzione sulla situazione attuale e sui cambiamenti avvenuti, si è soffermata a presentare gli strumenti principali dell’ufficio stampa, dedicando poi un capitolo a tutte le competenze complementari che chiunque lavori oggi in questo settore deve possedere. Fra queste troviamo le piattaforme social, entrate a far parte del mondo dell’informazione, i programmi di grafica e il web content editing.

Completano e arricchiscono il manuale diverse schede con testimonianze e interviste a esperti del mestiere e del settore, come quelle a Raffaella Roncato e Silvia Introzzi, per gli uffici stampa interni o esterni alle case editrici, a Oliviero Ponte Di Pino, scrittore, giornalista e docente universitario, e Elisa Ponassi, traduttrice e blogger.

Nella parte finale è riportato il Testo unico dei doveri del giornalista e un Glossario, con i termini specialistici.


Il libro sarà al centro dell’incontro L’UFFICIO STAMPA IN EDITORIA, domenica 17 marzo 2019 a Bookpride, con l’autrice Maria Vittoria GattiFrancesca Aimar (Rizzoli varia) e Luca Pantarotto (NNE edizioni), per il ciclo di incontri LAVORARE IN EDITORIA 


Gatti Maria Vittoria – L’ufficio stampa in editoria

156 pagg., 23,50 euro – Editrice Bibliografica 2018 (I mestieri del libro)

ISBN 9788893570213

Commenti chiusi