A libro aperto – Una vita e i suoi libri di Massimo Recalcati

“Una vita in fondo è fatta dai libri che l’hanno letta; raccontare i libri che abbiamo amato significa raccontare la nostra vita.”

E se non fosse il lettore a leggere il libro ma il libro a leggere il lettore? Sprigionando una forza imprevista capace di trafiggere, il libro ci svela frammenti sconosciuti o dimenticati di noi stessi, letti e scoperti in fondo alle pagine. È questa la tesi di Massimo Recalcati, che indagando il mistero dell’esperienza della lettura vede il libro come incontro che segna e dà forma a una vita. Quella di ciascun lettore, a partire da quella dell’autore: ripercorrendo l’impatto fondamentale che la lettura ha avuto nella sua formazione di uomo, intellettuale e psicoanalista, Recalcati offre una teoria della lettura costruita sulla base della sua autobiografia.

Nella prima parte, l’autore fornisce tre evocative immagini per riflettere sulla funzione della lettura. Tagliente come un coltello, il libro crea uno spartiacque nella nostra vita. Erotico come un corpo, è capace di stimolare il nostro desiderio, le nostre pulsioni fisiche, ma anche il nostro cuore. Aperto come il mare, ci offre mondi nuovi e inesauribili. Attenzione però al pericolo del suo fantasma: quando la parola d’inchiostro si sostituisce a quella reale, il libro rischia d’innalzare un muro a separarci dal mondo concreto.

La seconda parte, invece, è un’intima rilettura della sua vita attraverso la sua esperienza di lettore, dove svela i nove titoli che l’hanno “letto sin nelle viscere”, perché “raccontare i libri che abbiamo amato significa raccontare la nostra vita”. Sono l’Odissea di Omero, Il Vangelo di Matteo, Il sergente nella neve di Mario Rigoni Stern, La nausea e L’idiota della famiglia di Sartre, Essere e tempo di Heidegger, Al di là del principio di piacere di Freud, gli Scritti di Lacan e La strada di Cormac McCarthy.

Lo stile limpido e raffinato di Recalcati rende la lettura scorrevole e rilassante, nonostante la densità di riferimenti colti. Se un lettore consapevole poteva auspicarsi di trovare una teoria della lettura più innovativa e approfondita, A libro aperto resta un libro che ci legge con garbo e leggerezza fin dalla prima pagina. Una vita e i suoi libri non è allora solo quella di Recalcati e dei lettori più appassionati, ma anche e soprattutto di chi ha voglia di approfondire un rapporto anche solo occasionale col libro.

Massimo Recalcati, tra i più famosi psicoanalisti italiani, fa parte dell’Associazione lacaniana italiana di psicoanalisi. Direttore dell’Irpa (Istituto di ricerca di psicanalisi applicata) e fondatore di Jonas Onlus (Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi), insegna presso l’Università di Pavia. Oltre a scrivere per “la Repubblica”, ha già scritto numerosi romanzi.

Massimo Recalcati – A libro aperto – Una vita e i suoi libri

185 pagg., 16 euro – Feltrinelli 2018 (Serie Bianca)

ISBN 9788807173479

Commenti chiusi