Le professioni delle comunicazione 2017, a cura di Ruggero Eugeni e Nicoletta Vittadini

“Nell’ecosistema della comunicazione i venti soffiano impetuosi. (…) A seconda della loro origine i venti del mutamento hanno temperature e tassi di umidità diversi, sono forieri di piogge o di siccità, d’inverno intirizziscono, danno sollievo nella calura. Allo stesso modo le professioni della comunicazione si raffreddano o riscaldano, si irrigidiscono o ammorbidiscono, si temperano o stemperano, rifioriscono rigogliose o rischiano di estinguersi.”

Seguendo la metafora utilizzata in uno dei saggi presenti in questo volume, chi vuole entrare nel mondo della comunicazione si trova a essere il timoniere di una nave nella tempesta. Le direzioni possibili sono molteplici, gli indizi all’orizzonte pochi e difficilmente decifrabili. Questo libro dichiara apertamente e sin da subito quali sono le sue intenzioni: essere una bussola per aiutare chi si trova alle prime armi a orientarsi all’interno di un settore che, visto dall’esterno, appare indecifrabile. Ma anche fare da bussola per tutti quei professionisti che fanno già parte del mondo della comunicazione, il quale rimane tuttavia, specialmente in questa fase storica, in perenne cambiamento e sentono quindi la necessità di una guida che fissi il punto e li indirizzi verso le nuove strade che si stanno aprendo.

Nelle sezioni iniziali, infatti, è esattamente questo di cui si parla: quali sono le nuove professioni della comunicazione, quali le vecchie e come si ricollocano all’interno di un mutato panorama, con un taglio generico, non ancora rivolto strettamente all’ambito editoriale, che spazia nell’ambiente della comunicazione e risulta perciò applicabile a tutti i settori. Nella seconda parte del libro, invece, si scende nello specifico a vagliare le “competenze verticali” che riguardano gli ambiti della produzione audiovisiva e digitale, dell’editoria e della organizzazione di eventi. L’ultima sezione è invece costituita da un’appendice esplicitamente rivolta ai “principianti” e contiene dei consigli pratici su come approcciarsi al mondo del lavoro, aziende, colloqui. A chiudere il volume troviamo brevi biografie degli autori dei vari saggi, tutti professionisti del settore.

Si tratta, in sostanza, di un testo scritto da professionisti, coordinato da Almed (Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica) e indirizzato a specialisti e aspiranti tali. Questa è probabilmente la caratteristica migliore. È un mondo apparentemente fumoso quello del social media marketing, della pubblicità e della comunicazione nel suo complesso, ma nessuno può spiegarlo meglio di chi ci è immerso quotidianamente. La presenza di diversi autori però comporta inevitabilmente alcuni rischi, primo tra tutti la ricorrenza degli stessi concetti chiave (attitudine al nuovo, visione generale accompagnata a conoscenze verticali, capacità di lavorare in gruppo), riadattati ad ogni ambito. E tuttavia è una ripetitività che non crea eccessivo disturbo, proprio perché tali concetti sono indispensabili in ogni settore.

Interessante la scelta di inserire nel titolo la data di pubblicazione del volume, coerente con quanto espresso al suo interno: rimanere costantemente elastici e aggiornati perché ciò che è valido oggi potrebbe non esserlo domani.

 

Ruggero Eugeni e Nicoletta Vittadini (a cura di) – Le professioni della comunicazione 2017

232 pagg., 24,00 euro – FrancoAngeli Edizioni 2017 (Manuali)

ISBN 978-88-917-5079-2

Commenti chiusi