La rivoluzione di ascoltare una storia. Intervista a Marco Ferrario, Storytel

Al salone internazionale del libro di Torino 2019 abbiamo intervistato Marco Ferrario di Storytel Italia, “Una piattaforma in streaming” a cui abbonarsi per poi accedere a un catalogo di circa 60.000 audiolibri. Audio è la parola che qui risulta fondamentale dato che il compito che Storytel si prefigge è di “valorizzare le storie attraverso l’ascolto”.

Un prodotto che diventa appetibile per due tipi di persone: gli amanti della tecnologia e gli appassionati di libri, gli uni entusiasti di sperimentare le novità e testare nuovi modi di comunicare, gli altri soddisfatti di avere nuovi modi per accedere ai libri e fruire le storie.

L’elemento chiave per il successo di un audiolibro è chiaramente la voce: come afferma Ferrario, infatti, “una storia letta da due voci diverse sono due esperienze completamente diverse”. Tale importanza è sottolineata dalla quantità di studio e preparazione che stanno dietro al lettore della storia. È raro che un autore legga il proprio racconto, per la maggior parte le voci vengono prestate da attori di teatro e persone provenienti da scuole di doppiaggio.

Perché dunque un progetto come Storytel ha così tanto successo? Forse è proprio come dice Marco Ferrario: “in un mondo che non sa più ascoltare, ascoltare storie ci sembra una rivoluzione straordinaria”.

Commenti chiusi