La riscoperta dei classici di Stefania Fabri

“Ho spesso sognato di trovare il Libro, il Libro assoluto e prefetto – quello che abbiamo più o meno consapevolmente cercato per tutta la vita in goni luogo, in ogni libreria, in ogni biblioteca. È un libro illustrato, come i vecchi libri per bambini.”

Chi pensava che con l’avvento del digitale i classici finissero nel dimenticatoio, viene smentito da Stefania Fabri, nel suo libretto La riscoperta dei classici nel quale offre un percorso di lettura attraverso i classici per ragazzi da cui il nostro immaginario continua a ripescare.

L’autrice, con alle spalle molti anni di esperienza nelle biblioteche del Comune di Roma dove si è occupata soprattutto di letteratura giovanile, auspica infatti che i settori d’ingresso delle biblioteche pubbliche possano essere un luogo dove portare alla ribalta i classici, proprio come fanno continuamente i media, il cinema, le serie tv.

Nelle prime pagine dichiara esplicitamente il suo punto di vista, riprendendo i quattordici punti di Calvino in Perché leggere i classici e recuperando la posizione di un noto studioso del settore, Peter Hunt, che indica una Golden Age della letteratura per ragazzi, quella prodotta tra il 1869 e il 1920, scevra dall’influenza dei media e del nazismo, che ha cambiato radicalmente l’immaginario.

L’avvento del digitale ha amplificato la risonanza delle storie del passato: i media, le app, il cinema continuano ad attingere a piene mani dai classici della letteratura per ragazzi. Robinson Crusoe, Viaggio al centro della terra, I tre Moschettieri, Alice nel paese delle meraviglie hanno varcato la soglia temporale perché raccontano storie che sono paradigmi della psiche umana, dei suoi comportamenti e, soprattutto, delle sue ossessioni.

L’autrice suddivide il saggio in otto capitoli, dividendo la sua analisi per temi e generi letterari (fiabe e racconti di magia, racconti d’avventura, gialli, storie esemplari di eroi, letteratura per piccini, scrittura femminile, riscritture), riepilogando i testi in un’utile appendice alla fine del libro.

Partendo dal fenomeno mediatico, la piccola guida di Stefania Fabri non è solo un ottimo strumento di riscoperta per bibliotecari e insegnanti ma anche un percorso di lettura per i non addetti ai lavori affascinati dalla capacità dei classici di illuminare sogni, desideri e bugie.

Stefani Fabri – La riscoperta dei classici

142 pag., 13,00 euro – Editrice Bibliografica 2018 (Conoscere la biblioteca)

ISBN: 9788893570039

Commenti chiusi