La biblioteca di casa. Come organizzarla e gestirla meglio di Enrico Guida

Eccola qui la serendipità: in tutto questo spostare libri, creare categorie, cercare posto, scrivere collocazioni, catalogare, abbiamo avuto di nuovo sotto gli occhi tutta la nostra biblioteca”

Provate a chiedere “Tutto a posto?” a un bibliofilo incallito: sembrerebbe una domanda innocente e retorica, che si fa più per abitudine che per altro. Resterete un po’ stupiti quando inaspettatamente vi risponderà: “Sì, tranne i libri”. Perché è questo il vero problema esistenziale di tutti coloro che non riescono a vivere senza: i libri spesso sono troppi – inutile girarci intorno, quel bibliofilo è anche in noi, e come lui non possiamo fare a meno di comprarli, amarli, collezionarli anche se non c’è posto in casa – e non si sa come gestirli al meglio.

Provare a dare una svolta è possibile. Il libro di Enrico Guida fa al caso nostro: ci propone, attraverso un testo che scorre leggero, colloquiale ma preciso, un vero e proprio “manuale di salvataggio” dall’invasione di libri che sommergono le nostre case. Un saggio che diventa self-help, che spiega e chiarisce come riordinare e classificare la propria libreria a tutti, i più disordinati esistenti compresi. Dall’esperienza ormai più che ventennale dell’autore, torinese di nascita ma libraio nelle Marche ed esperto di catalogazione di biblioteche sia pubbliche che private, nasce un testo semplice e essenziale, zeppo di utili consigli, affiancati anche a curiosità e digressioni d’impronta storica. Corredato di tabelle esplicative e piccoli schemi, ci guida passo dopo passo all’insegna della creazione di una libreria ideale, grande o piccola che sia.

Il metodo d’altronde non cambia: si parte sempre dalla misurazione degli spazi disponibili, si prosegue verso la progettazione del tipo di libreria più consono (a scaffale aperto o chiuso, per esempio) per poi catalogare e riordinare. Certamente sarà utile valutare le proprie abitudini e frequenze d’acquisto: potrà darci un’idea di come si espanderà l’organismo-biblioteca – che è vivo, respira, può ingrassare e dimagrire – e aiutarci a prevedere quanti e quali scaffali verranno presumibilmente occupati nel prossimo futuro, oltre che stimolarci a fare una sorta di esame di coscienza.

Il libro, quindi, va al di là del semplice riordino concreto: fa da ponte verso la nostra interiorità. Riordinare diventa terapeutico, perché spinge a “mettere a posto” anche noi stessi; riporta a galla ricordi lontani e fa ritrovare preziosi tesori che credevamo perduti.

Arrivati in fondo alla lettura avremo una biblioteca da far invidia, certamente, ma anche uno status emotivo degno del Dalai Lama.

Enrico GuidaLa biblioteca di casa. Come organizzarla e gestirla meglio
172 pagg., 18 euro – Editrice Bibliografica 2018 (I Saggi)
ISBN 9788893570220

Commenti chiusi