Il passato è il prologo. Due saggi di sociologia dei testi di Donald F. McKenzie

Il passato è il prologo. Due saggi di sociologia dei testi di Donald F. McKenzie“[N]essun libro fu mai legato dalle sue copertine. Il libro, in una qualunque delle sue forme, entra nella storia come una semplice manifestazione del comportamento umano e rimane attivo unicamente al servizio dei bisogni umani.”

In un momento storico caratterizzato da cambiamenti culturali sempre più veloci ed estremi, Il passato è il prologo. Due saggi di sociologia dei testi di Donald F. McKenzie offre un mirabile esempio di come la bibliografia, lontana dai limiti di una scienza accessoria e certificante, diventi contemporaneamente non solo studio dei testi, ma anche analisi delle loro trasmissione e della loro storia di produzione e ricezione. Nel segno del progressivo trasferimento del patrimonio scritto da un supporto cartaceo a quello elettronico, questo libro è più che mai attuale poiché anatomizza con un linguaggio chiaro i processi tecnici e sociali della trasmissione dei testi anche non testuali, il loro aspetto, le loro diverse versioni, il controllo esercitato su di essi dalle istituzioni, il loro significato nel tempo e il loro aspetto sociale.

Collocandosi agli albori della storia dell’editoria, «il più grande bibliografo del nostro tempo» (parole di Robert Darnton, noto storico di Princeton) diventa il pioniere di un nuovo modo di intendere la parola scritta che si cura della cultura contestuale. Pubblicato in italiano per la prima volta solamente nel 2003, Il passato il prologo. Due saggi di sociologia dei testi raccoglie due saggi particolarmente significativi del pensiero dell’autore, i quali in estrema sintesi dimostrano come la forma condizioni il significato.

Neozelandese, Donald F. McKenzie (1931-1999), è considerato tra i maggiori bibliografi del Novecento. Docente a Cambridge nonché presidente della Bibliographical Society, l’autore è stato tra i curatori responsabili della monumentale History of the Book in Britain. Guidando la bibliografia testuale e storica tradizionale verso una “storia del libro” più largamente intesa, McKenzie ha raccolto elogi quando critiche. Il suo apporto resta tuttavia innegabilmente prezioso: solitamente i più grandi studiosi contribuiscono agli ambiti di loro competenza innovandoli; pochi li hanno rivoluzionati in questo modo.

Donald F. McKenzie – Il passato è il prologo. Due saggi di sociologia dei testi

95 pagg., 12,50 euro – Sylvestre Bonnard Milano 2003 (Collana Il sapere del libro)

ISBN 978-88-86842-40-6

Commenti chiusi