Figure professionali

Il Master Professione Editoria fornisce la formazione necessaria per inserirsi nel settore editoriale come redattori (per libri e periodici sia su carta che in digitale), revisori, agenti letterari, addetti stampa, autori, traduttori, direttori editoriali, impaginatori, web content editor, copywriter, responsabili marketing online, social community manager, content manager per prodotti multimediali.

Le competenze acquisite sono inoltre spendibili con successo al di fuori dell’ambito strettamente editoriale, presso piccole e medie imprese, grandi aziende, pubbliche amministrazioni e tutti i soggetti che, per motivi di comunicazione, producono e distribuiscono contenuti su carta o sul web.

Situazione occupazionale ex allievi 2012-2017

La situazione occupazionale degli allievi delle passate edizioni del Master (dal 2012 al 2017) è stata sondata nel mese di maggio 2018, con i seguenti risultati (scarica il rapporto completo):

  • Il 90% degli intervistati ha iniziato a lavorare entro i primi sei mesi dalla fine del Master.
  • L’82% fa uno dei lavori per i quali ha frequentato il Master.
  • Per il 73% lo stage curricolare è stato utile per trovare lavoro.
  • Attualmente lavorano prevalentemente nei settori dell’editoria scolastica e universitaria (33%), narrativa/saggistica (21%), varia/manualistica (18%), quotidiani, periodici e riviste tecniche B2B (11%), ragazzi (10%), fumetti e graphic novel (5%), religiosa (4%), arte e illustrati (3%), servizi digitali per l’editoria (3%), collezionabili (3%), agenzia letteraria (2%).
  • Le posizioni ricoperte sono varie: redazione/revisione (46%), comunicazione web  e social (20%), promozione e vendita (e-commerce/libreria) (15%), progettazione editoriale (15%), marketing/commerciale (12%), consulenza editoriale/letture (12%), redazione giornalistica (11%), servizi grafici (11%), progettazione contenuti multimediali (11%), comunicazione/ufficio stampa (10%), ricerca iconografica (8%), autore/traduttore (8%), servizi editoriali esterni (5%), ufficio diritti/agente letterario (4%).
  • Soprattutto per grandi gruppi editoriali (25%), editori indipendenti (22%), aziende medio-grandi (19%), aziende medio-piccole (16%), studi editoriali (12%), scuola/formazione (11%), libreria/e-commerce (7%), agenzie letterarie (5%).
  • Con posizioni contrattuali di diverso tipo: tempo indeterminato (23%), tempo determinato (22%), collaborazione coordinata e continuativa (18%), partita IVA (16%), occasionale (11%), tirocinio (8%), apprendistato (7%), contratto d’autore (3%).
  • Il 20% degli ex allievi ha più rapporti lavorativi contemporanei.

 

Situazione occupazionale ex allievi 2007-2013

Scarica il rapporto completo (2007-2013)

Commenti chiusi