Fai di te stesso un brand. Personal Branding e reputazione online di Riccardo Scandellari

“Il Personal Branding non sta in come ti vedi tu, ma è dato da come ti vedono gli altri. […] Il Personal Branding che teorizzo è qualcosa di più rispetto al mettere contenuti di valore e una bella immagine profilo. […] Le persone che ti avvicinano digitalmente conservano per sempre il ricordo di come le hai trattate, di come le hai (o non le hai) considerate”

Per emergere nel mercato del lavoro oggi non basta essere competenti e offrire ottimi prodotti: occorre rendere sé stessi un marchio. E Riccardo Scandellari, partendo da sé, traccia un piccolo ma esauriente manuale di Personal Branding, in cui racconta non solo la propria esperienza ma anche quella di colleghi che lavorano nel mondo del web.

Bastano una foto, scelta con cura, e una breve ma mirata biografia, e tutti possiamo costruirci una solida reputazione online nelle differenti opportunità che la rete offre: dalla creazione di un blog all’indicizzazione degli argomenti che trattiamo su Google, fino ai differenti social network (Facebook, Twitter, LinkedIn, YouTube e Instagram) – ciascuno nella propria specificità. Senza dimenticare, però, che ciò che conta, prima di tutto, sono i contenuti che condividiamo. E che, prima del numero di follower, sono proprio i contenuti a fare di un utente un influencer. Anche nel suo piccolo.

Originalità e utilità, sì, ma soprattutto autenticità e leggerezza devono permeare i nostri post: Scandellari offre una serie di trucchi per catturare il lettore e fidelizzarlo, senza prenderci gioco di lui ma anzi conquistandolo con competenza e calore. Perché le relazioni online non sono molto diverse da quelle reali: l’obiettivo è dare un’immagine di sé coerente e affidabile, che trovi conferma nelle solerti risposte a critiche o domande sollevate dai lettori e negli incontri vis à vis che seguiranno.

Blogger, digital marketer, giornalista, docente per master universitari e aziende: per lavoro l’autore guida le persone e le aziende a trovare il modo migliore per comunicare ed essere rilevanti nelle piattaforme digitali.

Con una scrittura chiara e diretta, Scandellari mantiene la promessa, senza entrare nei dettagli tecnici, ma tracciando con competenza e serietà il panorama dei principali strumenti digitali per imporsi nel mercato del lavoro. Offre consigli pratici e di netiquette, ma è un professionista: non mostra mai tutte le sue carte. In cambio chiede al lettore solo un po’ di impegno e curiosità, ma sempre nel rispetto di una forte idea di fondo: l’immagine digitale che ci siamo costruiti deve trovare continue e costanti conferme nel reale, nell’incontro con l’altro.

Come suggerisce uno dei tanti colleghi professionisti: “Per me il successo del Personal Branding è quando la persona supera le aspettative create dal personaggio”. Sì, perché il Personal Brand è un invito a verificare. Mentire è inutile: restate aperti all’incontro. Anche con l’autore.

Riccardo Scandellari – Fai di te stesso un brand. Personal branding e reputazione online

198 pagg., 26 euro – Dario Flaccovio Editore 2014 (Webbook – #saggitudine)

ISBN 978-88-579-0728-4

Nasce nel 1986 in provincia di Bergamo.
Accanita lettrice di R. Dahl e della Settimana Enigmistica, si è laureata in Filosofia della Logica alla Statale di Milano.
Ha pubblicato articoli di epistemologia e curato la revisione di testi scolastici.
Attualmente frequenta il Master in Editoria Cartacea e Digitale dell’Università Cattolica.
Per passione legge a grandi e bambini e improvvisa a teatro.

About Vittoria Spirov (Master Professione Editoria)

Nasce nel 1986 in provincia di Bergamo. Accanita lettrice di R. Dahl e della Settimana Enigmistica, si è laureata in Filosofia della Logica alla Statale di Milano. Ha pubblicato articoli di epistemologia e curato la revisione di testi scolastici. Attualmente frequenta il Master in Editoria Cartacea e Digitale dell’Università Cattolica. Per passione legge a grandi e bambini e improvvisa a teatro.

Commenti chiusi