Editoria senza editori di André Schiffrin

schiffrin

“I lettori non sono scomparsi, basta andarli a cercare”

Il libro è un bel resoconto del lavoro editoriale, prima ancora di essere una biografia dell’autore, André Schiffrin, storico personaggio del settore: dopo una breve introduzione sull’editoria di qualità in Europa, personificata dal padre Jaques Schiffrin e dalla casa editrice éditions de la Pléiade da lui fondata, l’autore segue le proprie vicende biografiche di emigrato in America – a causa dell’avvento del nazismo in Europa – per descrivere come negli USA il settore librario sia andato sempre più concentrandosi intorno alla figura dei best seller e come da questi ultimi i grandi gruppi esigessero tassi di rendimento sempre più spettacolari.

Schiffrin descrive così il suo approdo alla Pantheon Books – fondata dall’emigrato tedesco Kurt Wolff – che diviene presto una delle più prestigiose case editrici americane, fedele a quel lavoro editoriale appassionato, impegnato, che tiene conto di temi culturali e non segue le mode del momento.  Il punto su cui calca il testo di Schiffrin è la validità del libro di cultura come merce e non solo come oggetto invendibile, che negli USA cede sempre più il campo allo strapotere dei best seller. Questa idea di editoria l’autore l’aveva ereditata dal padre ma anche da modelli illustri come Penguin Books in Inghilterra e New American Library negli stessi USA.

I problemi di Pantheon Books iniziarono con l’acquisto da parte del grande gruppo S.I. Newhouse, che impartì grossi tagli nel programma e nel gruppo editoriale, perseguendo l’obiettivo di fortissimi rendimenti immediati. Così la sostituzione dell’editore con il manager decretò la morte di Pantheon Books e del libro di cultura.

Schiffrin si scaglia contro l’editoria di massa manageriale – a tratti quasi ingenuamente nei suo giudizi moralistici – sottolineando come la razionalizzazione e l’omologazione del libro verso l’entertainment produca intorno a sé nient’altro che una desertificazione. Ma egli è a tutti gli effetti figlio della Pleiade ­– la collana, diventata celebre, della casa editrice paterna – e come sognatore, professionista del settore e uomo di cultura ha il dovere di imprimere sul foglio le sue considerazioni più severe verso un mondo che tende all’omologazione e quindi alla mediocrità.

André Schiffrin – Editoria senza editori

82 pagg., 24 euro – Bollati Boringhieri 2000 (Temi)

ISBN 978-88-339-1210-8

Commenti chiusi