Bookcity 2017. A Engaging The Reader, nuovi linguaggi dell’editoria e comunicazione creativa

Il workshop gratuito per studenti, professionisti e aspiranti operatori editoriali torna, il 17 novembre, a Milano. Con noi tanti ospiti, la consegna di premi prestigiosi, la presentazione del libro realizzato quest’anno da allievi e docenti. E l’anticipazione di tutte le novità del Master 2018.

Engaging the Reader 2017Ritorna Engaging The Reader, appuntamento annuale organizzato dal Master Professione Editoria dell’Università Cattolica all’interno del programma di Bookcity Milano, “festa metropolitana diffusa e partecipata del libro e della lettura”, che si terrà dal 16 al 19 novembre tra i vari poli della cultura e della vita sociale milanesi. Sede di Engaging The Reader 2017 è anche quest’anno l’ateneo di Largo Gemelli, con i suoi chiostri progettati da Bramante e ridefiniti da Giovanni Muzio. Il tema centrale sarà la “Babele delle lingue” che l’editoria contemporanea sta sperimentando a un livello nuovo, più articolato e complesso rispetto al passato. Addetti ai lavori e semplici lettori si trovano oggi a sperimentare linguaggi innovativi e vie sempre più originali nella fruizione dei prodotti editoriali. Le vie del libro, ma anche di nuovi supporti e nuove modalità di ascolto pongono interrogativi inediti sullo stato attuale della letteratura e dell’editoria tutta, ma soprattutto ci proiettano verso scenari futuri di cui si intravedono già adesso potenzialità e prospettive.

L’evento inizierà alle 9,30 con il consueto saluto del direttore del Master Professione Editoria Edoardo Barbieri, che introdurrà l’atteso intervento del neo presidente dell’Associazione Italiana Editori, e già autore da parlamentare del provvedimento spartiacque del 2011 che pose un tetto agli sconti sul prezzo di copertina, Ricardo Franco Levi. Prima di approdare ad AIE, Levi e la sua legge hanno rappresentato e rappresentano tuttora uno dei più forti argini per la sopravvivenza di realtà editoriali medio-piccole e delle “librerie di qualità”, come riportato nel titolo stesso della legge di cui fu promotore. Tema della sua lectio sarà proprio “La Babele delle lingue? I mille linguaggi dell’editoria contemporanea”, commentata e discussa poi da Ottavio Di Brizzi, direttore editoriale della saggistica di Marsilio editore, e Karen Nahum, digital director di De Agostini.

La tavola rotonda successiva, dalle 11, presenterà “Esperienze creative di comunicazione editoriale” e avrà ospiti Pietro Biancardi, editore di Iperborea e fondatore della Libreria Verso di Milano, Orfeo Pagnani di Exòrma e Marino Sinibaldi, ideatore della trasmissione Fahrenheit e direttore di Radio 3, coordinati da Paola Di Giampaolo, responsabile coordinamento e sviluppo del Master. Se Iperborea e la Libreria Verso rappresentano infatti casi di successo di comunicazione e promozione editoriale, allo stesso modo un contest come Modus Legendi, nato su Facebook per lanciare “best-seller di qualità scelti dai lettori” e… portarli in classifica, si inserisce pienamente in questo quadro del cambiamento, dal basso, in cui passione e spirito di iniziativa si pongono al servizio di proposte meritevoli di attenzione: Pagnani, editore del libro Neve, cane, piede di Claudio Morandini, vincitore dell’ultima edizione di “Modus Legendi”, è anche direttore editoriale di una casa editrice, Exòrma, che rappresenta un piccolo caso all’interno dello scenario attuale. Un osservatore da sempre in prima linea, e non solo nell’etere, per promuovere letteratura e nuovi linguaggi per raccontarla, invece, è Marino Sinibaldi, ideatore di Fahrenheit e direttore di Radio 3, attento testimone e protagonista attivo di molte delle svolte profonde che hanno riguardato il mondo dell’editoria e soprattutto della diffusione del libro.

A coronamento del percorso intrapreso dagli studenti del Master Professione Editoria, all’interno di Engaging The Reader 2017 ci sarà spazio, dopo un aperitivo offerto ai presenti, per la consegna ufficiale dei diplomi e si getterà uno sguardo su quella che sarà la prossima edizione del Master. Il pomeriggio vedrà anche l’assegnazione di importanti riconoscimenti come il premio Ancora Aldina e il premio Master Professione Editoria: per il primo, a ricevere l’omaggio sarà uno studioso del libro del calibro di Giuliano Vigini, mentre il riconoscimento che porta il nome del Master Unicatt andrà a player dell’editoria italiana che da anni si distinguono per professionalità e competenza: Andrea Angiolini, direttore editoriale de Il Mulino, Elena Pace, socio fondatore e presidente di Aurion, studio editoriale leader nella realizzazione di testi di scolastica per la scuola primaria, e Donata Schiannini, linguista cui si devono alcuni dei principali dizionari italiani, tra le fondatrici della Scuola di Editoria che ha dato vita al nostro Master.

L’appuntamento è, quindi, per il 17 novembre nell’Aula Pio XI dell’Università Cattolica, in Largo Gemelli: mille linguaggi per l’editoria, una sola grande passione che lega professionisti, aspiranti tali e lettori.

Vedi il programma completo

Iscriviti su http://engagingthereader.eu/

Commenti chiusi